Homey

Finalisti | African House competition | Tanzania

Il progetto della nuova casa per la famiglia Jorejick è stato sviluppato prendendo in considerazione i bisogni e le abitudini della famiglia stessa. L'obiettivo principale era proporre una casa creata su misura che potesse migliorare le condizioni di comfort dei suoi abitanti, tenendo presenti le caratteristiche del luogo dove sorge.

La sua posizione nell'area è frutto di alcune considerazioni: il desiderio di rispettare e mantenere le esistenti strade interne, la possibilità di sfruttare gli alberi esistenti, per garantire ombra e riparo, la volontà di connettere la casa di Nico con il nuovo impianto. 

 

Concept

functional disposition

Fondamentale per lo sviluppo formale e funzionale della casa è stato anche il desiderio di garantire alla famiglia l'opportunità di vivere in uno spazio dinamico, fluido, flessibile, caratterizzato da una forte interazione tra interno ed esterno. 

Da qui è derivata la suddivisione dell'impianto in due differenti blocchi: zona giorno e zona notte. Due aree divise ma allo stesso tempo connesse l'una con l'altra mediante una corte interna. Questa diventa il cuore dell'abitazione, il luogo della vita e lo spazio verso cui tutti gli ambienti guardano. Essa si costituisce inoltre come ingresso principale. 

Questo principio di forte correlazione tra spazi aperti e chiusi è chiaramente visibile nella configurazione della zona giorno, dove le stanze si affacciano su uno spazio semi-aperto, che si costituisce come area filtro in cui la famiglia può riunirsi. Uno spazio aperto ma coperto. Questo spazio filtro si può configurare in diverse maniere, più o meno private a seconda della necessità e del momento della giornata, grazie ai pannelli mobili in legno. Questi possono essere completamente aperti, favorendo la connessione della casa con lo spazio esterno e fornendo ulteriori liberi accessi, oppure possono essere completamente chiusi, creando una stanza ulteriore, affacciata esclusivamente sul cortile interno.

La progettazione ha riguardato anche degli studi bioclimatici: studio del sole, del vento come fattori chiavi per assicurare il comfort abitativo. E' stato inoltre studiato un sistema di raccolta dell'acqua piovana. Per la struttura è stato studiato un sistema misto costituito da muri in mattoni di terra e travi e pilastri in legno, dimensionati in modo tale da ottimizzare l'utilizzo di materiali. La ventilazione è garantita dalla struttura stessa. L'assenza dei chiusure nella parte alta dei muri permettono una naturale circolazione dell'area. Allo stesso modo, l'utilizzo di pareti forate nella direzione dei venti prevalenti, consentono il passaggio dell'aria nei locali e di eliminare l'eventuale umidità che si accumula nella stagione delle piogge.

sun inclination and wind